SPEAKERS

Dr.ssa Pamela Armi

La dott.ssa Pamela Armi è nata a Firenze il 13 Aprile del 1976. Ha conseguito la Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria nel 2000 presso l’Università degli studi di Firenze con il massimo dei voti e lode ed Il Dottorato di Ricerca in Pediatria Clinica e Preventiva presso lo stesso Ateneo nel 2006. Si è specializzata in Ortognatodonzia presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata nel 2010. Dal 2001 pratica attività libera professione dedicandosi all’ortodonzia ed alla pedodonzia a Firenze, dal 2005 è contrattista presso il Servizio di Odontostomatologia Speciale Pediatrica dell’A.O.U.A. Meyer di Firenze e dal 2019 è Dirigente Odontoiatra sempre presso la SOSA di Odontostomatologia Speciale Pediatrica dell’A.O.U.A. Meyer di Firenze occupandosi di pazienti special needs in età evolutiva. Dal 2015 fa parte del consiglio direttivo della SIOH. Relatrice a convegni nazionali ed internazionali ed autrice di numerose pubblicazioni.

L’odontoiatria per pazienti special needs è quella branca dell’odontoiatria che si occupa di dare una risposta in termini di prevenzione, diagnosi e cura delle patologie del distretto oro-maxillo-faciale nelle persone con disabilità.
L’errore principale che si può fare è pensare di standardizzare questa tipologia di pazienti al fine di trovare una comune strategia terapeutica. Il paziente special needs è prima di tutto una persona con fragilità che possono essere di vario genere e grado e che per questo deve essere accolta e curata nella sua unicità.
La vera strategia terapeutica è l’individualizzazione del trattamento odontoiatrico volta a dare le stesse possibilità di cura ad ogni paziente con disabilità del resto della popolazione, in termini di qualità ed efficacia, compatibilmente con il suo quadro clinico di base ed il suo grado di collaborazione.
Ogni paziente dovrebbe affrontare un percorso individualizzato che prevede vari steps da parte dell’operatore. In primo luogo l’odontoiatra al quale è inviato il paziente dovrebbe acquisire tutte le informazioni sullo stato medico di base ed eventualmente sul suo profilo neuropsichiatrico dagli altri specialisti che hanno in cura il bambino. Una volta conosciuta la storia clinica del paziente dovrebbe essere dedicato del tempo all’ascolto dei genitori o caregivers. Quest’ultimi sono coloro che più di tutti conoscono il paziente, che passano più tempo con lui e che ce lo possono presentare come persona, oltre a farci partecipi delle loro aspettative rispetto al nostro trattamento. Questa fase di acquisizione di informazioni e di ascolto è finalizzata alla migliore accoglienza possibile nei confronti del bambino. Possiamo così arrivare a visitare il piccolo paziente mettendo in atto le metodiche di approccio psicologico più idonee per quel paziente.
Durante la visita, oltre a valutare il quadro clinico odontoiatrico, valuteremo il grado di collaborazione del piccolo paziente ed il miglior canale comunicativo per entrare in empatia con lui.
Solo Successivamente unendo tutte le informazioni indirette e dirette che abbiamo raccolto sul piccolo paziente possiamo elaborare una trattamento terapeutico individualizzato e condividerlo con i colleghi e con i genitori per sviluppare una buona alleanza terapeutica chiarendo gli obbiettivi delle nostre cure.

Prof. Maurizio Bossu – Dr. Gianni Di Giorgio

Prof. Maurizio Bossù

Dottore in Odontoiatria e Protesi Dentaria, Professore Associato presso “Sapienza” Università di Roma Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche e Maxillo-Facciali, Dirigente medico presso UOC di Odontoiatria Pediatrica azienda Policlinico “Umberto I” Roma. Direttore della Scuola di Specializzazione in Odontoiatria Pediatrica e Direttore del master di II Livello “Odontostomatologia in Età Evolutiva” presso “Sapienza” Università di Roma, Perfezionato in Odontoiatria Pediatrica, Conservativa ed Endodonzia. Dottore di Ricerca presso “Sapienza” Università di Roma in Malattie Odontostomatologiche. Componente del “Gruppo Tecnico in materia di Odontoiatria” presso il segretariato generale del Ministero della Salute. Nel 2010 riceve l’attestato come Trainer dell’ICDAS dalla “McGill” University of Canada. Dal 2016 Docente presso la Scuola di Specializzazione in Odontoiatria Pediatrica, “Sapienza” Università di Roma. Dal 2005 docente presso il corso di perfezionamento Teorico-pratico in “Odontoiatria Infantile” presso l’Università degli Studi di Firenze, responsabile del Corso Integrato di Odontoiatria Pediatrica “Sapienza” Università di Roma corso “B”. Socio fondatore dell’Accademia Internazionale Ricerca in Odontoiatria Pediatrica e di Comunità (AIROPeC). Revisore dei conti della Società Italiana di Odontostomatologia e Maxillo-Facciale (SIOCMF). Dal 1996 a tutt’oggi collabora all’attività didattica teorico pratica ed assistenziale per il corso integrato di “Odontostomatologia in Età Evolutiva” del corso di laurea specialistica in Odontoiatria e Protesi Dentaria. Socio Accademico della Società Italiana di Endodonzia (SIE). Svolge attività scientifica di ricerca nel campo dell’Odontoiatria Pediatrica, della Prevenzione, dell’Endodonzia e dei Materiali dentali. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali ed internazionali del settore nonché relatore a Congressi Nazionali ed Internazionali.

Dott. Gianni Di Giorgio:

Dottore in Odontoiatria e Protesi Dentaria, Dottore di Ricerca presso “Sapienza” Università di Roma Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche e Maxillo-Facciali, UOC Odontoiatria Pediatrica direttore: Prof. Antonella Polimeni. Specialista in Chirurgia Odontostomatologica, Specialista in Odontoiatria Pediatrica, Master di II livello in “Odontostomatologia in età evolutiva”, perfezionato in Odontoiatria Pediatrica, Conservativa ed Endodonzia. Socio ordinario della Società Italiana di Endodonzia (SIE), Socio ordinario della Società Italiana di Odontostomatologia e Maxillo-Facciale (SIOCMF), socio ordinario dell’Accademia Italiana Odontoiatria Microscopica (AIOM). Svolge attività scientifica di ricerca nel campo dell’Odontoiatria Pediatrica, della Prevenzione, dell’Endodonzia e dei Materiali dentali. Autore di pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali ed internazionali del settore nonché relatore a Congressi Nazionali ed Internazionali.

L’endodonzia in età pediatrica è ormai considerata una disciplina indispensabile nelle competenze e nell’attività clinica quotidiana dell’odontoiatra. Il trattamento conservativo ed endodontico degli elementi decidui ha caratteristiche diverse rispetto a quello dei denti permanenti: l’odontoiatra deve conoscere le varie fasi di formazione degli elementi dentari per individuare il momento giusto per intervenire e inoltre non può esimersi dal conoscere le caratteristiche dei materiali che si utilizzano in questa pratica clinica. Attualmente i materiali e le tecniche che noi abbiamo a disposizione ci permettono, dopo una curva di apprendimento, di effettuare terapie predicibili ed in grado di mantenere l’elemento dentale deciduo in arcata fino alla fisiologica esfoliazione, garantendo una crescita armonica del massiccio facciale del bambino. Nella relazione vengono descritte le tecniche di approccio psicologico e di trattamento al piccolo paziente con necessità terapeutiche di tipo endodontico, prendendo in esame diversi casi clinici.

Dr.ssa Elisabetta Carli

Ha conseguito la laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria presso l’Università di Pisa , la Specializzazione in Ortognatodonzia presso l’Università di Cagliari e la Specializzazione in Odontoiatria Pediatrica presso l’Università di Pisa con il massimo dei voti.
Ha conseguito il Master di II livello in “Odontoiatria Infantile ed Ortodonzia Intercettiva” presso l’Università di Pisa e si è perfezionata presso la medesima Università in “Conservativa ed Endodonzia clinica” , in Ortodonzia “La tecnica Straight-wire oggi: innovazioni, conferme, evidenza scientifica, realtà clinica”, in” Linee Guida in Ortodonzia: dall’evidenza scientifica alla pratica clinica” e in “Didattica Teorico Pratica e Tutoriale in Odontostomatologia”.
Segretario della Società Italiana di Odontoiatria Infantile (SIOI) nel biennio 2015-2017.
Titolare Assegno di Ricerca settore scientifico disciplinare MED/28 Malattie Odontostomatologiche Università di Pisa 2015 – 2021.
Titolare di Borsa di Studio biennale “Il trattamento conservativo endodontico dei denti decidui ai fini dell’ortodonzia intercettiva” Dipartimento di Chirurgia Università di Pisa. 2012 2014.
Incarico di Docenza al Master di II livello in Odontoiatria Infantile ed Ortodonzia Intercettiva Università di Pisa a.a. 2013-2014 ad oggi.
Cultore della materia “Ortognatodonzia”MED/28 Malattie odontostomatologiche per il triennio 28/5/2018-27/5/2021. Università di Pisa.
Dal 2005 collabora attivamente e costantemente come medico frequentatore all’attività clinica dell’ambulatorio di Odontoiatria Pediatrica presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana.
E’ socio della Società Italiana di Odontoiatria Infantile (SIOI), dell’Associazione Specialisti Italiani in Ortodonzia (ASIO).
Membro del gruppo approfondimento Tweed Europa gaTE orthodontic study group.
Ha partecipato a numerosi corsi e congressi di Ortodonzia ed Odontoiatria Infantile.
Autore e/o Coautore di Pubblicazioni Scientifiche pubblicate su riviste nazionali ed internazionali.
Relatrice e Tutor a vari convegni e corsi di Odontoiatria Pediatrica e di Ortodonzia.
Svolge attività libero Professionale occupandosi prevalentemente di Odontoiatria Infantile e di Ortodonzia.

Le più recenti linee guida internazionali di odontoiatria pediatrica mettono in evidenza l’importanza di monitorare precocemente la dentizione in sviluppo e l’occlusione dei bambini poiché la valutazione dell’eruzione dei denti e lo sviluppo della dentatura decidua e poi permanente è necessaria per il mantenimento del benessere generale del paziente pediatrico.
Pertanto sin dalla più tenera età può essere necessario intervenire con trattamenti ortodontici intercettivi.
L’applicazione di apparecchiature ortodontiche necessarie per il trattamento precoce delle malocclusioni aumenta il rischio di carie, demineralizzazioni e gengiviti. L’igienista dentale ha pertanto un ruolo fondamentale durante il trattamento ortodontico intercettivo nel seguire e motivare il piccolo paziente ed i genitori con protocolli terapeutici mirati ed individualizzati da eseguire in studio, con controlli personalizzati, e a domicilio.

Dr. Domenico Casaleno

Sono un marketing manager e mi occupo di marketing strategico con una fortissima propensione per la costruzione del Brand, la mia specializzazione è il Brand Positioning, Archetypal Branding e definizione del Marketing Mix
Sono Co-Founder di Odontomedica Goup e Odontoacademy, scuola di formazione per il Management e il Marketing Odontoiatrico.

I 5 step fondamentali per costruire la comunicazione dello studio Pedodontico e realizzare una efficace strategia di marketing Etico che consenta di individuare e dialogare con il reale target ovvero i genitori dei piccoli pazienti. Una visione strategica chiara e una successiva azione sul territorio sono le azioni che permettono una differenziazione necessaria per un contesto competitivo composto da concorrenti molto simili.

Dr.ssa Anna Ciriello

Anna Ciriello – classe 1967 CEO & CFO Odontomedica Group S.r.l.

Relatore e formatore del personale non sanitario Odontoacademy. Dal 1991 Amministratore Unico e Responsabile Finanziario dell’attuale sede Odontomedica di Casoria(Na) Mi occupo di sistemi, metodi e management delle strutture odontoiatriche. 31 anni fa, la curiosità di scoprire quali fossero i sistemi e le strategie vincenti delle aziende di successo, mi ha indotto a studiare, a partecipare a numerosi corsi di formazione in materia e a leggere innumerevoli libri. Nel 1991 ho pensato di mettermi in gioco e ho iniziato a seguire la gestione economica/finanziaria ed organizzativa di uno studio odontoiatrico, conseguendo ottimi risultati. Con il passare degli anni e con l’avvento della tecnologia le cose sono cambiate in modo vertiginoso; in un mercato sempre più competitivo e aggressivo, la gestione efficace di uno studio odontoiatrico si delineava attraverso nuovi parametri, non più legati alle sole abilità professionali, ma anche alle skills NON convenzionali, come la comunicazione efficace, il management sanitario; questo repentino cambiamento, mi ha spinto a studiare, analizzare ed applicare nuovi metodi e processi innovativi. Con il team dello studio che gestisco, abbiamo studiato e messo a punto la “Customer Experience” del paziente; mi sono poi focalizzata al management sanitario ponendo la mia attenzione all’analisi strategica e alla progettazione economico/finanziaria, alla comunicazione efficace ed efficiente, all’ottimizzazione della gestione del tempo, alla realizzazione e presentazione del preventivo efficace con relativo piano contabile. L’applicazione dei suddetti metodi e strategie all’interno dello studio odontoiatrico che gestisco, ha visto crescere le performance di quest’ultimo in modo considerevole. Ho deciso quindi, attraverso Odontoacademy, di mettere la mia esperienza e le mie conoscenze, al servizio dei professionisti condividendo i metodi e gli strumenti che quotidianamente applico e che oggigiorno risultano necessari per essere competitivi e vincere.

In un mondo che cambia sempre più velocemente, governato da nuove regole di mercato, la classe dei medici odontoiatri e gli studi mono-professionali si trovano sempre più a competere con grandi cliniche, strutture odontoiatriche molto ben organizzate ed attraenti agli occhi dei pazienti. D’altro canto i pazienti sono sempre più informati, esigenti ed attratti, non più dalla sola competenza clinica “pura”, quanto dall’esperienza vissuta durante tutto il percorso terapeutico.
In questo nuovo scenario, economico e di mercato, risulta determinante porre il focus non più alla sola prestazione clinica, seppur fondamentale, ma a tutte quelle attività extra-cliniche che non fanno parte del bagaglio formativo dell’odontoiatra, ma che risultano fondamentali oggi, per poter diventare leader e riferimento sul territorio.
Il percorso formativo affronta il tema del Management, ossia la pianificazione, l’organizzazione, l’ottimizzazione e il controllo delle risorse fondamentali per il successo dello studio odontoiatrico.
Saranno esaminate alcune risorse comprendendo come organizzarle al meglio per trarre il massimo rendimento con il minimo impiego di energie, al fine di migliorare le performance dell’intero team che opera nello studio odontoiatrico.

Dr. Giacomo Derchi

Laureato in odontoiatria e protesi dentale presso l’Università di Genova
Autore di pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali e internazionali
Relatore in congressi nazionali ed internazionali
Master di II livello in tecnologie avanzate di rigenerazione ossea Presso l’Universita di Genova
Dottorato di ricerca internazionale in Nanotecnologie presso il Nanoworld Institute Università di Genova
Contratto di insegnamento presso l’Universita’ di Pisa Insegnamento di Conservativa Titolare: Prof. Antonio Barone
Specializzato in Odontoiatria Peditrica presso Università di Pisa Titolare: Prof.ssa Maria Rita Giuca
Socio attivo SIDOC( Societa’ Italiana di Odontoiatria Conservativa)
Libero professionista in La Spezia

L’evoluzione dei materiali e delle tecniche di mantenimento, hanno portato sempre piu’ ad un allungamento della vita delle conservativa sia su denti decidui che permanenti, grazie all’abbassamento dell’ invasività operativa.
Non tutti i tipi di materiali possono utilizzare le stesse tecnologie e gli stessi materiali per poter essere mantenuti , per poter ottenere una stabilita’ nel tempo, non può venire a mancare il rispetto del controllo del biofilm batterico, delle superfici, della loro estetica.
Una profonda conoscenza dei tipi di materiali utilizzati nelle riabilitazione conservative permette di formulare dei protocolli e delle tecniche operative in grado di diversificare il piano di trattamento per la loro sopravvivenza a lungo termine
Verranno analizzati sia i vecchi che i nuovi materiali da restaurata in modo da avere un quadro piu completo delle loro proprietà e ottenere risultati nel tempo.

Dr.ssa Anna Franco

Laureata in Igiene Dentale all’Università di Padova nel 2010
Laureata in Odontoiatria e Protesi Dentaria all’Università di Trieste nel 2016
Specializzata in Odontoiatria Pediatrica all’Università di Trieste nel 2019
Tutor degli specializzandi in Odontoiatria Pediatrica all’Università di Padova dal 2020
Dedica la maggior parte della sua attività clinica alla pedodonzia, sia nel pubblico che nel privato.
Partecipa a diversi corsi di aggiornamento per la cura a 360° dei piccoli pazienti e organizza attività di prevenzione nelle asili e nelle scuole elementari.

Nella presentazione farà una panoramica sui diversi approcci alla sedazione cosciente praticata in Italia, in ambito intra ed extra ospedaliero. Con alcuni riferimenti alle linee guida Europee ed Americane.

Dr. Claudio Gammella

Dr. Claudio Gammella
Medico Odontoiatra
Dental Innovator, Marketing Manager e Consulente di Marketing Etico in odontoiatria per le aziende, università e centri odontoiatrici. Classe 1967, laureato in odontoiatria e protesi dentaria presso l’Università Federico II di Napoli.
– Docente esterno presso l’Università Aldo Moro di Bari nel Master Organizzazione dello studio odontoiatrico e dinamiche di Dental Marketing A.A. 2018/2019
– Relatore presso l’Università Federico II di Napoli nel Corso di Perfezionamento in “”Nuovi Materiali Dentari, Tecniche CAD-CAM e di stampa 3D in Odontoiatria” A.A 2020
– Relatore presso l’Università dell’Aquila nel corso di Marketing Etico ed Efficace per lo Studio Odontoiatrico mono-professionale A.A 2019
– Ideatore e Fondatore di Odontoacademy la prima scuola di formazione in Italia sul Marleting Etico e Innovation Management finalizzata ad aumentare le perfomance dello studio e del team di lavoro: ovvero l’insieme di Strategie e Strumenti che utilizza uno studio odontoiatrico per aumentare l’efficienza, il numero di pazienti, il fatturato, e l’efficacia comunicativa nel presentare e spiegare un piano di cure aumentando la percentuale di adesione del preventivo.
“Nel 2016 ho fondato Odontomedica, il primo network diretto da medici odontoiatri che applicano con successo le strategie che attraverso odontoacademy insegniamo da oltre 10 anni e che ad oggi ha prodotto come risultato 7 sedi distribuite sul territorio italiano.”

Dr.ssa Simona Giani

Simona Giani, odontoiatra libero professionista a Varese, studio in Casciago.
Laureata a Milano in Odontoiatria e Protesi dentaria.
Socio Attivo AIC (accademia Italiana di Conservativa e Restaurativa, SIDOC, (Società Italiana Docenti di Odontoiatria Conservativa) SITD (Società Italiana di Traumatologia Dentale).
Socio Fondatore SIPRO (Società Italiana di Protesi e Riabilitazione Orale)
Attiva nell’insegnamento, è stata Professore a Contratto al Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria dell’Università degli Studi dell’Insubria; relatore al Corso di Laurea in Igiene dell’Università degli Studi dell’Insubria; al Master in Endodonzia dell’Università di Bologna. Attualmente ha un contratto con la Specialità in Pedodonzia dell’Università degli Studi di Trieste. Corsi Privati in Fotografia, Conservativa, Pedodonzia ed avvio alla Professione Odontoiatrica.
Relatore nazionale ed internazionale.
Coautore di libri e pubblicazioni e Corsi Fad.
Mail: simona@simonagiani.it

Protocolli operativi per la corretta programmazione dei restauri nel settore frontale negli adolescenti: in 30 minuti si propone un analisi dettagliata di ogni passaggio attraverso diversi casi clinici. Dalle fotografie, alle radiografie e modelli studio alla programmazione dell’intervento: materiali, metodi e qualche trucco per rendere ripetibili procedure e risultati.

Dr. Nicola M Grande

Il Dr. Nicola Maria Grande consegue la Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore (UCSC), discutendo una Tesi di Laurea dal titolo “Valutazione sperimentale della tecnica di alesaggio canalare con il sistema GT-Rotary files”. Dal 1999 al 2008 è Medico Frequentatore, con incarichi di tutore per il CLSOPD, presso l’Istituto di Clinica Odontoiatrica dell’UCSC, dove svolge attività clinica e di ricerca nel Reparto di Endodonzia. Dal 2001 al 2007 è Professore a Contratto di Endodonzia nel Corso di Laurea per Igienisti Dentali presso la stessa Università. Nel 2009 consegue il titolo di Dottore di Ricerca presso l’UCSC. Dal 2009 è Medico Frequentatore presso la Sapienza Università di Roma dove svolge incarichi di ricerca e didattici integrativi per il CLSOPD, con la cattedra di Endodonzia I° e per gli A.A. 2010/2013 ricopre il ruolo di Ricercatore a tempo determinato presso la stessa Università. Attualmente è Professore di Endodonzia presso UCSC di Roma. Dal 2014 è risultato essere idoneo come professore di seconda fascia nelle graduatorie ufficiali dell’ASN. Ha partecipato alla progettazione e allo sviluppo di strumenti e sistemi per la preparazione e l’otturazione canalare e detiene numerosi brevetti nel campo dell’odontoiatria. Autore di oltre 100 pubblicazioni su riviste internazionali in campo endodontico e restaurativo e svariati libri di testo, svolge inoltre il ruolo di peer reviewer per le più diffuse riviste del settore. Nel 2021 il suo H-index è pari a 44, ed ha accumulato oltre 1500 citazioni. Socio Attivo della European Endodontic Society (ESE), dell’American Association of Endodontics (AAE), della Società Italiana di Odontoiatria Conservatrice (SIDOC) e dell’Accademia Italiana di Endodonzia (AIE); ricopre al momento la carica di Presidente eleltto dell’accademia Italiana di Endodonzia per il biennio 2022/2023; tiene corsi e conferenze di Endodonzia e Odontoiatria Restaurativa in tutto il mondo. Svolge l’attività clinica come specialista nel campo dell’Endodonzia e della Micro-chirurgia nel suo studio a Roma.

Dr.ssa Valentina Lanteri

Dopo la laurea in Odontoiatria nel 2002 consegue la Specializzazione in Ortognatodonzia nel 2005, entrambe con lode, presso l’Università di Pavia, il Diploma di Perfezionamento in Odontoiatria Infantile presso l’Università di Firenze nel 2008, il Master di II livello in Odontoiatria Infantile e Ortodonzia Intercettiva presso l’Università di Pisa nel 2009 e il Master di II livello in Benessere, Alimentazione, Sonno presso l’Università di Pisa nel 2010. Presso l’Università di Milano nel 2017 ha ottenuto il Dottorato di Ricerca (PhD) in Scienze Odontostomatologiche e nel 2021 ha conseguito la Specializzazione in Odontoiatria Pediatrica, con lode. In campo accademico è stata Cultore della materia all’Ateneo della Magna Graecia, Professore a Contratto presso il Corso di Laurea in Igiene Dentale dell’Università di Pavia ed Assegnista di Ricerca presso l’Università di Milano. Attualmente è Ricercatore TD presso il Dipartimento di Scienze Biomediche, Chirurgiche e Odontoiatriche dell’Università di Milano. Ha al suo attivo numerosi corsi, relazioni congressuali ed è autrice e coautrice di numerose pubblicazioni scientifiche e testi di argomenti ortodontici.

E’ noto che il deficit mascellare è la malocclusione trasversale più frequente, il cui trattamento può richiedere interventi di ortopedia dento-facciale. In questo quadro si colloca il Leaf Expander, dispositivo per l’espansione mascellare con forze leggere e continue, predeterminate per intensità e direzione. Il L.E. è di aspetto simile ad un ERP, ma la su vite comprime molle a balestra in Ni-Ti che, durante la disattivazione, provocano un’espansione calibrata. Il clinico può scegliere tra dispositivi da 6 o da 9 mm mentre le forze possono essere di 450 o 900 gr. I risultati, sovrapponibili a quelli della REP, valutati con studi su modelli digitali e CBCT, comprovano efficacia, efficienza e facilità di impiego del L.E., nella correzione dei deficit mascellari trasversali in età evolutiva.
Inoltre, molte malocclusioni si accompagnano ad alterazioni funzionali dell’apparato stomatognatico. La terapia funzionale classica rispetta il principio dell’assenza di forze prodotte dagli apparecchi funzionali, che si basano sull’impiego delle sole forze endogene prodotte dal sistema stomatognatico. L’introduzione di nuovi materiali elastici inorganici biocompatibili ha dato nuovo slancio al settore, contribuendo alla nascita di un gran numero di dispositivi preformati, che nel loro complesso costituiscono la moderna Elastodonzia. L’evoluzione più recente consiste nella “customizzazione” dei dispositivi che, grazie a sofisticate tecniche di set-up digitale, aggiunge all’azione ortopedica-funzionale la possibilità del controllo ortodontico tridimensionale della dentatura. In Ortodonzia pediatrica, l’Elastodonzia si integra facilmente con altre metodiche tipiche dell’età, l’espansione mascellare in particolare, e trova anche specifiche indicazioni in ambito pedodontico, grazie all’elevato confort ed alla ridotta necessità di collaborazione.

Dr.ssa Lisa Lardani – Dr. Simone Bagattoni

DOTT.SSA LISA LARDANI
Laureata in Odontoiatria e Protesi Dentaria presso l’Università di Pisa.
Perfezionata presso l’Università di Firenze nell’ a.a. 2011/2012 in “Odontoiatria Pediatrica”, e nell’a.a. 2013/2014 ha conseguito il Master di II livello in Odontoiatria Infantile e Ortodonzia Intercettiva presso Università di Pisa discutendo una tesi di Master: “MIH: passato, presente e futuro”
Specialista in Odontoiatria Pediatrica nell’anno 2020 presso l’Università di Pisa
Docente presso il Master di Odontoiatria Infantile e Ortodonzia Intercettiva dell’Università di Pisa.
Dal 2020 è Assegnista di Ricerca presso il dipartimento di Patologia Chirurgica, Medica, Molecolare e dell’Area Critica dell’Università di Pisa
Relatrice a congressi nazionali di Odontoiatria Pediatrica
Membro della Società Italiana di Odontoiatria Infantile (SIOI)
Autrice e coautrice di pubblicazioni nazionali e internazionali inerenti Odontoiatria Pediatrica

DOTT. SIMONE BAGATTONI
• Laureato con lode in Odontoiatria e Protesi Dentaria (Università di Bologna, 2012).
• Dottore di Ricerca in Scienze Mediche Generali e dei Servizi, tematica Odontoiatria per Disabili (Università di Bologna, 2016). Nel corso del dottorato si è occupato della gestione odontoiatrica di pazienti in età evolutiva sottoposti a terapie oncologiche.
• Dal 2017, Assegnista di Ricerca presso il Servizio di Odontoiatria Pediatrica e Assistenza Odontoiatrica per Disabili in età evolutiva (prof. Gabriela Piana) del Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie dell’Università di Bologna.
• Professore a contratto di Pedodonzia presso il corso di laure in igiene dentale, UNIBO e Pedodonzia 2 corso di laurea Odontoiatria e Protesi Dentaria
• Docente presso il Master di Odontoiatria Infantile e Ortodonzia Intercettiva dell’Università di Bologna.
• Membro della Società Italiana di Odontoiatria Infantile (SIOI) e Referente SIOI Giovani- Bologna.
• Autore di pubblicazioni nazionali e internazionali negli ambiti di Odontoiatria Pediatrica, Traumatologia dentale, Odontoiatria per pazienti con particolari necessità e relatore a congressi nazionali inerenti l’Odontoiatria Infantile.

I molari permanenti affetti da ipomineralizzazione dello smalto costituiscono un problema clinico attuale, che coinvolge professionista, pazienti e genitori.
La diagnosi precoce è fondamentale per fornire una corretta informazione sullo stato di salute di questi denti, sull’importanza del monitoraggio costante e per formulare un programma preventivo efficace.
Il team pedodontico deve conoscere le caratteristiche di questa patologia per poter attuare strategie d’azione mirate a prevenire rapide severe complicanze quali crolli strutturali e carie.

Dr. Mario Lendini

Dott. Mario Lendini, Odontoiatra, esercita la libera professione a Torino con attività mirata
all’Endodonzia clinica e chirurgica e all’Implantologia.
E.S.E., European Society of Endodontology, certified member dal 1997.
A.A.E., American Association of Endodontists, socio dal 2006
A.I.O.M., Accademia Italiana di Odontoiatria Microscopica, Presidente dal 2008 al 2010.
SIE, Società Italiana di Endodonzia, Presidente Eletto, assumerà la carica dal 2023 al 2024
Coautore di testi specialistici di endodonzia e microscopia chirurgica e di articoli su riviste scientifiche italiane e internazionali.
Relatore o coordinatore scientifico in oltre 700 eventi culturali italiani e internazionali.

Dr. Levrini

Il Professor Luca Levrini è professore associato presso l’Università degli Studi dell’Insubria, dove è direttore della Scuola di Specializzazione in Ortodonzia e presidente vicario del Corso di Laurea in Igiene Dentale. Svolge attività clinico assistenziale come dirigente medico universitario presso l’azienda Ospedaliera Macchi di Varese. Consigliere della Associazione Nazionale Dentisti Italiani sempre nella stessa provincia. Iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco pubblicisti. Coordinatore del gruppo di studio “Nutrizione e salute orale” della Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione. Presidente della Fondazione Alessandro Volta.

Il trattamento ortodontico ad oggi ha un notevole potenziale di cura nei pazienti caratterizzati da un difetto di crescita dei mascellari. Tale potenziale di cura risulta fondamentale non solo per correggere il difetto anatomico, ma anche per essere presupposto per una correzione del problema funzionale associato; tra questi la respirazione orale, la deglutizione disfunzione e le apnee notturne, eventi tra loro spesso correlati. In tal senso è fondamentale un approccio terapeutico integrato tra ortodontista e logopedista. L’approccio esclusivamente ortodontico non può dunque garantire il completo risultato terapeutico se non associato ad una contemporanea e secondaria ginnastica oro facciale o rieducazione neuro muscolare, atta a rieducare le funzioni alterate. In particolare, nella prima fase, i lavaggi nasali e aumento del tono della muscolatura masticatoria. 

Dr. Daniele Modoni

o Nato a Gallipoli (Lecce) il 24 luglio 1974, il dott. Daniele Modoni ha conseguito la
o Laureato in Odontoiatria e Protesi Dentaria nel 1999 presso l’Università Cattolica del Sacro
Cuore di Roma con lode;
o Certificato presso la Tweed Foundation for Ortodontic Reserch (Tucson –Arizon– USA) nel 2001;
o Specializzato in Ortognatodonzia nel 2003 presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma con lode;
o Perfezionanto in odontoiatria infantile;
o Docente di ortodonzia presso il Master di II livello di Ortognatodonzia Clinica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore dall’anno accademico 2004-2005;
o Docente del corso di aggiornamento sull’ancoraggio scheletrico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, anno accademico 2006-2007 e 2007-2008
o Docente del corso di aggiornamento in Ortodonzia Linguale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, anno accademico 2006-2007 e 2007-2008
o Professore a contratto presso la Scuola di Specializzazione in Ortodonzia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, dal 2007 al 2009
o Associato FaceXp dal 2018

Ho pubblicato i seguenti articoli scientifici su riviste nazionali ed internazionali
Dal 2000 esercita l’attività di Ortodontista e Pedodontista negli studi di Galatina e Casarano.

La filosofia di approccio multidisciplinare al paziente odontoiatrico deve essere applicata anche la paziente pedodontico, la valutazione dei tessuti parodontali rientra nella routine lavorativa. Il 10% circa dei pazienti pedodontici presenta recessioni o pseudo-recessioni. Identificare soggetti a rischio, rimuovere fattori favorenti è ruolo fondamentale del pedodontista. Buona parte delle recessioni in zona frontale guarisce completamente se correttamente gestita. La gestione di questo tipo di recessioni negli adulti richiede procedure più complesse e costi biologici superiori, anche in questo campo conviene prevenire.

Dr.ssa Oneto

Laurea con Lode in Odontoiatria e Protesi Dentaria presso l’Università di Genova nel luglio 1997, Socia Attiva dell’Accademia Italiana di Odontoiatria Conservativa e Restaurativa dall’ aprile 2008, Socia Ordinaria della Società Italiana di Ortodonzia dal novembre 2015, Socia dell’Alexander Discipline Study Club .
Si occupa prevalentemente di Prevenzione, Conservativa e Ortodonzia.
Ha partecipato attivamente come membro della Commissione del progetto hAICarie, programma di Educazione alla Prevenzione, Diagnosi e trattamento precoce della patologia cariosa dell’Accademia italiana di Odontoiatria Conservativa e Restaurativa.
Svolge la libera professione a Chiavari (Genova).

Assieme al pediatra sono in prima linea nello studio della crescita Ortodontisti, Posturologi,Osteopati,Logopedisti e Odonotiatri Infantili.
In questa relazione verranno trattate le tecniche per ottenere risultati di qualità nell’ambito dell’ Odontoiatria Restaurativa in età evolutiva . Gli argomenti verteranno dal trattamento degli elementi decidui, alla sigillatura dei solchi e dall’analisi tridimensionale delle lesioni dello smalto con particolare attenzione all’ambito clinico partendo da una revisione aggiornata della letteratura.

Dr. Marco Pasini

Il Dott. Marco Pasini si è laureato con lode in Odontoiatria e Protesi Dentaria presso l’Università di Pisa nel 2007. Nel 2021 ha conseguito la specializzazione in Ortognatodonzia presso l’Università di Pisa in qualità di borsista di ricerca e attualmente com assegnista di ricerca. Autore di pubblicazioni scientifiche in particolare nell’ambito dell’odontoiatria pediatrica e ortodonzia. Esercita la libera professione a Massa.

Dr.ssa Alemanno Eliana – Dr. Reverdito Matteo

Dr.ssa ELIANA ALEMANNO

  • LAUREATA in Odontoiatria – Università di Torino 2002
  • MASTER II LIVELLO in Ortognatodonzia – Università di Torino 2007
  • COLLABORATORE a contratto Reparto Ortodonzia – CLINICA ODONTOSTOMATOLOGICA OSPEDALE LE MOLINETTE (TO) 2005-08
  • SPEAKER MASTER ORTODONZIA CON ALLINEATORI SU PAZIENTI IN CRESCITA – Università Unicamillus, Roma 2021
  • SPEAKER SUMMIT Invisalign ITALIA 2018-2019-2021
  • SPEAKER SUMMIT Invisalign SPAGNA 2022
  • FONDATORE STUDIO REVERDITO ALEMANNO  Specializzato in Ortodonzia invisibile per bambini

Dr. MATTEO REVERDITO

  • LAUREATO in Odontoiatria – Università di Torino 1999
  • SPECIALIZZATO in Ortognatodonzia – Università di Torino 2002
  • PERFEZIONATO in Tecnica Invisalign – Univ. Insubria (Varese) 2012
  • PROFESSORE a contratto Scuola di Spec. in Ortodonzia – Univ. di Torino 2005-14
  • MEMBRO COLLEGIO DOCENTI Dottorato di Ricerca in «Medicina e Terapia sperimentale» – Univ. di Torino 2008-12
  • COLLABORATORE a contratto Reparto Ortodonzia – Ospedale Le Molinette (TO) 2005-10
  • SPEAKER CONGRESSI INTERNAZIONALI (SIDO – EAS – SEDA – SGAO/SSAO – AIG)
  • SPEAKER MASTER UNIVERSITARI (Torino 2005-2006 – L’Aquila 2019 – Tor Vergata Roma 2020 – Unicamillus Roma 2021)
  • SPEAKER SUMMIT INVISALIGN (ITALIA 2018/2019/2021 –  IRLANDA 2021  –  SPAGNA 2022)
  • SPEAKER e KEY OPINION LEADER Align Technology (invisalign) dal 2016
  • SPEAKER e KEY OPINION LEADER Biolux Research (ORTHOPULSE) dal 2019
  • SPEAKER e KEY OPINION LEADER DENTAL MONITORING DAL 2021

La tecnica dell’Invisalign First è molto giovane, eppure sta guadagnando velocemente un ruolo importante nel mondo dell’ortodonzia intercettiva. Si sta dimostrando un mezzo efficace e predicibile nell’intercettare buona parte delle malocclusioni, eliminando le interferenze e predisponendo le arcate alla restante permuta ed alla crescita futura.
Le performance biomeccaniche degli allineatori devono però essere supportate da un patient journey emozionale che consenta di ottenere dai piccoli pazienti e dai loro genitori il massimo della collaborazione per raggiungere in tempi brevi i risultati clinici che desideriamo.
Vedremo nel corso della presentazione da dove arriva il successo di questa tecnica, il workflow, il protocollo del percorso emozionale, il protocollo ciclico di gestione dei set di allineatori, i suggerimenti per ottenere i migliori risultati, gli errori più comuni da evitare e i trucchi per uscire da alcune difficoltà.

Dr.ssa Gabriella Romano

Nata a Casarano nel 1979, si è laureata con lode in Odontoiatria e Protesi dentaria presso l’Università degli studi di Bari. Ha frequentato numerosi corsi di perfezionamento in Italia e all’estero in parodontologia, implantologia, odontoiatria restaurativa. Socio attivo dell’Accademia Italiana di Odontoiatria Conservativa e Restaurativa e dell’ Accademia Italiana di Estetica. Segretario generale dell’Accademia Italiana di Odontoiatria Conservativa e Restaurativa per il biennio 2022-2024. Ha partecipato come relatrice a diversi congressi scientifici in ambito nazionale ed internazionale. Lavora come libera professionista presso i suoi studi di Galatina e Casarano occupandosi esclusivamente di odontoiatria restaurativa ed estetica e parodontologia.

Dr. Marco Rosa

Il dr. Marco Rosa è laureato in Medicina e Chirurgia, Specialista in Ortognatodonzia, Specialista in Odontostomatologia.
Past President e Active Member dell’Angle Society of Europe, ha conseguito l’European Board of Orthodontics e l’Italian Board of Orthodontics.
E’ inoltre Socio Attivo dell’Accademia Italiana di Conservativa, dell’Accademia Italiana di Ortognatodonzia e della SIDO.
Autore di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste scientifiche italiane e straniere, è regolarmente invitato come relatore in Italia ed all’estero.
Vincitore del Dewel Award per la migliore ricerca clinica pubblicata dall’American Journal of Orthodontics and Dentofacial Orthopaedics nel 2016.
Professore a C. in numerose sedi universitarie in Italia ed all’estero.
I suoi campi di interesse sono il trattamento interdisciplinare, la chiusura degli spazi nell’area del sorriso, ortodonzia e parodontologia, il trattamento ortognatodontico precoce.
Lavora come libero professionista, limitatamente all’Ortognatodonzia, in Trento.

Il trattamento delle malocclusioni con uno o numerosi denti assenti può essere più efficace ed efficiente se iniziato in dentatura mista.
• Vantaggi principali: chiusura degli spazi più facile mediante drift dentale controllato, possibili autotrapianti, utilizzo e mantenimento nel tempo dei denti da latte e trattamento meno invasivo in dentizione permanente.
• Punti cruciali: diagnosi accurata, priorità nel piano di trattamento personalizzato e timing preciso di procedure cliniche interdisciplinari dettagliate.
• Obiettivo generale: la possibilità di finire il trattamento prima dell’adolescenza, ridurre al minimo la sostituzione protesica e consentire l’esecuzione di restauri minimamente invasivi.

Obiettivi formativi
I partecipanti a questa lezione saranno in grado di:
• Pianificare, nei bambini e nei pazienti in crescita con assenza di uno o più denti permanenti, un trattamento interdisciplinare minimamente invasivo,
economico e stabile a lungo termine.
• Gestire i denti decidui e gli autotrapianti.
• Classificare le diverse priorità per il trattamento interdiscip0linare precoce dei denti permanenti assenti nelle diverse aree della bocca.

Dr. Roberto Rosso

Consulente in strategie di Impresa è fondatore e presidente di Key-Stone, azienda specializzata nel marketing e ricerche di mercato in particolare nel dentale, settore nel quale opera a livello internazionale annoverando tra i propri clienti quasi tutte le principali aziende internazionali. Ricercatore e formatore in comunicazione, marketing e vendite, iscritto all’Ordine dei giornalisti, è autore di numerose pubblicazioni tra cui “Manuale di Dental Management nell’era post Covid-19” (Edra edizioni 2021), già docente presso il Master in Marketing e Comunicazione della Facoltà di Economia dell’Università di Torino. Ha sviluppato il progetto di formazione e coaching Dental Management Program, che presenta un sistema integrato di programmi e servizi per il management, il marketing, la comunicazione e il controllo di gestione dello studio dentistico. Consulente di primarie società scientifiche, partecipa a numerosi convegni e congressi in qualità di relatore e moderatore.

La relazione verterà sull’impatto dei fattori esterni demografici, sociali e macroeconomici sulla domanda di prestazioni odontoiatriche e sulle più idonee risposte da parte degli studi dentistici italiani, in particolare considerando l’impatto della pandemia da Covid-19 sul settore.
Verranno approfondite in particolare le logiche e le strategie di marketing e di comunicazione in ambito odontoiatrico con un focus sul target in età evolutiva e possibili indicazioni per lo sviluppo dell’odontoiatria pediatrica.

Dr.ssa Silvia Sabatini

Laurea con lode in Igiene dentale.
Laurea con lode in Scienze delle professioni sanitarie tecniche assistenziali.
Master di I livello in Tecnologie avanzate nelle scienze di igiene orale.
Corso di alta formazione in Medicina degli stili di vita.
Master Specialistico per igienisti dentali in Gestione della salute orale nel paziente special needs.
Corsi di perfezionamento presso UCL Eastman Dental Institute (London, UK), New York State University (Buffalo, USA), Harvard Medical School (Boston, MS) e King’s College London (London, UK).

Presidente della Società Italiana di Scienze dell’Igiene Orale (SISIO).
Vicepresidente Accademia Tecnologie Avanzate nelle Scienze di Igiene Orale (ATASIO).
Direttore Didattico e prof. a.c. CSID Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.
Prof. a.c. CSID Università degli Studi di Roma Tor Vergata.
Autrice di pubblicazioni a livello nazionale e internazionale.
Relatrice in corsi e congressi di settore.
Libero professionista in Roma.

Lo smalto dentale è un tessuto duro e resistente, tuttavia non è immune da insulti esterni o dallo sviluppare lesioni pre eruttive. L’applicazione di protocolli efficaci per contrastare la demineralizzazione e per mantenere lo smalto in salute fin dall’eruzione degli elementi dentali permette di ridurre l’indice di rischio per lo sviluppo di difetti e lesioni post eruttivi.
L’adeguata conoscenza delle strategie remineralizzanti efficaci consente al professionista di prevenire o trattare la demineralizzazione dello smalto, e conseguentemente prevenire la carie dentale.

Dr.ssa Sabina Saccomanno

Sabina Saccomanno è un’odontoiatra specializzata in ortodonzia e dottore di ricerca in nuove tecniche diagnostiche presso l ‘Università Cattolica del Sacro Cuore E’ stata docente nella Scuola di Specializzazione e Master presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, Italia. Ha collaborato con diverse università italiane e straniere Attualmente collabora con l’università dell’Aquila per progetti di ricerca. È autrice di numerosi articoli e libri incentrati su questioni relative alla terapia miofunzionale e ha tenuto numerose conferenze su questi argomenti.

L’ OSAS (Obstructive Sleep Apnea Syndrome) è una patologia caratterizzata da eventi ostruttivi ogni ora, diffusa nella popolazione adulta, ma colpisce anche i soggetti in età pediatrica. Purtroppo non sempre viene fatta una diagnosi.
L’odontoiatra è la figura medica che più facilmente può accorgersi di queste problematiche.
La diagnosi precoce previene complicanze più gravi .
Nei bambini è molto importante la prevenzione di questa patologia e si può fare sin dalla nascita promuovendo l’ allattamento al seno e facendo in modo che tutte le funzioni (deglutizione , respirazione e masticazione ) si sviluppino correttamente.
La diagnosi si fa con polisonnografia, con la clinica e con i questionari.
La terapia è la adenotonsillectomia associata ad espansione del palato.
La terapia miofunzionale deve essere sempre associata alla terapia di espansione o chirurgica (adenotonsillectomia) per essere sicuri che il bambino acquisisca le funzioni corrette che lo preservano da apnee notturne .

Dr. Jorge L. Castillo

Jorge L. Castillo DDS, MdentSci, MSD, PhD, Pediatric Dentist and Master of Dental Sciences from the University of Connecticut and Orthodontist and Master of Sciences in Dentistry from the University of Washington. Also a PhD from the Peruvian University Cayetano Heredia. Professor at the Department of Stomatology for Children and Adolescents, Peruvian University Cayetano Heredia (UPCH) and Affiliate Assistant Professor at the Department of Oral Health Sciences, University of Washington (UW). He is a Diplomate of the American Board of Pediatric Dentistry. Member of the Board of Directors of the UW Timothy A. DeRouen Center for Global Oral Health. He has worked in collaborative programs between the UW and UPCH. Member of several local and international Pediatric Dentistry and Orthodontics Associations and also part of the editorial board of local and international journals. President of IAPD from 2013 to 2015 and from 2021 to 2023. President of the Peruvian Society of Pediatric Dentistry 2005-2007 and President of the Peruvian Society of Orthodontics 2009-2011. Past Vice President of Latin American Pediatric Dentistry Association (ALOP). He has published more than 20 articles in indexed journals. He has lectured in several countries: Argentina, Bolivia, Brasil, Colombia, Chile, Ecuador, Paraguay, Uruguay, Venezuela, Mexico, United States, Canadá, Spain, Portugal, South Korea, United Arab Emirates, Taiwan and Iran. He has two daughters, Briana and Belen, and a full dental family starting with his father Ramon, who was a pioneer of Pediatric Dentistry in Peru.

In Early treatment we need to choose the right patient, the right case and the right timing using the best clinical research available. In patients that are growing there are several treatment options. One of them is the Twin Block, a very successful orthopedic appliance. The Twin Block produces a combination of skeletal  and dentoalveolar effects. The treatment timing is a key issue. ALthough most of the research suggests that the best time for the use of the Twin Block is during the late mixed dentition or early permanent dentition, some patients may benefit from earlier treatment during the early mixed dentition, specially more severe cases, due to the effect on the prevention of dental trauma. The late primary dentition can be another successful period, although there is not enough evidence during that period. Poor prognosis for early class II treatment are in vertical growers and short mandible. Twin Block also helps in improving airway. Overall Twin Block is a very successful appliance to treat class II malocclusions.

Dr.ssa Elisabetta Cotti

Si è laureata in Odontoiatria presso l’Università degli Studi di Cagliari.
Ha conseguito la Specializzazione in Endodonzia e il Master of Science in Endodontics presso l’Università di Loma Linda, California nel 1991.
E’ professore ordinario di Odontoiatria Conservativa edirettore del Master di II livello in Endodonzia Clinica e Chirurgica presso l’Università degli Studi di Cagliari.
E’ responsabile del Reparto di Odontoiatria Conservativa e Endodonzia presso l’AOU Cagliari-Monserrato.
Insegna nel Master di Endodonzia presso l’Università di Bologna.
E’Lecturer presso il Reparto di Endodonzia dell’Università Loma Linda, USA.
E’Socio attivo della American Association of Endodontists (AAE) dove è stato rappresentante internazionale dal 2003 al 2006; della European Association of Endodontology (ESE) dove è stata delegato per l’Italia dal 1997 al 2004, del’’AIE (Accademia Italiana di Endodonzia e della SIE (Società Italiana di Endodonzia). è past president della SITD (Società Italiana di Traumatologia Dentale), è attualmente il tesoriere dell’IFEA (International Federation of Endodonti Associations).
Esercita la libera professione in campo endodontico.
E’ autore di pubblicazioni scientifiche nel campo dell’Endodonzia con interesse specifico di ricerca nel campo della Patologia Apicale.

The treatment of the Open Apex: from Traditional Apexification Techniques to the Regenerative/Reparative Endodontic Procedures

The necrotic tooth with “Open apex” is a condition which represents a treatment challenge in endodontics. It is a clinical situation which may be the consequence of: 1) trauma which has caused the interruption of the development of the pulpal-dentinal complex in immature teeth; 2) trauma which leaves the teeth in an immature stage, but is discovered in the adult age; 3) complex anatomies such as “dens in dente”. Current treatment options and techniques include traditional apexification, MTA apexification, and, in the youngest patients, the latest trends are represented by the so-called regenerative procedures.
The different options will be discussed in the background of clinical experience and literature.
At conclusion participants should be able to consider “classic apexification” as a good and predictable treatment standard and the best up to date protocols to use it. At conclusion participants should be able to recognize the use of “MTA pre-formed apical barrier” as an alternative treatment which is becoming more predictable after 15 years of clinical experience and the best protocols on how to use it. At conclusion participants should be able to consider the possibility to attempt “ regenerative procedures” in immature teeth.

Dr.ssa Anna B. Fuks

Prof. Anna B. Fuks was born in Curitiba, Brazil, and graduated in Dentistry by the Federal University of the State of Parana. She completed her post-graduate course in Pediatric Dentistry at the University of Alabama, U.S.A. and did her residency at the Children’s Hospital of the same University. She then returned to Brazil, where she practiced and taught Pediatric Dentistry at the University of Parana until 1973. At that same year she immigrated to Israel and joined the Department of Pediatric Dentistry of the Hebrew University of Jerusalem, Israel. reaching the degree of Professor that she maintains until the present date.
Concomitantly to teaching and clinical practice Prof. Fuks dedicated herself to clinical and laboratory research. Being fluent in several languages she has lectured in several countries worldwide.
Dr. Fuks was President of the International Association of Pediatric Dentistry, has published over 130 articles and 85 abstracts in many international journals, wrote 18 chapters in Pediatric Dentistry books, and continues serving actively as a member of the Editorial Board of several dental journals.
Dr.Fuks has received several international prizes in research, in 2013 received the Distinguished Service Award from the American Academy of Pediatric Dentistry (AAPD) and in 2015 became an Honorary Member of the International Association of Pediatric Dentistry (IAPD).
Presently she continues teaching at the Department of Pediatric Dentistry of the Hadassah School of Dental Medicine in Jerusalem, and is the Principal Editor of the recently published Pediatric Endodontics, the only book specialized in endodontic treatment for primary and young permanent teeth. The book has already been translated into Chinese and the Turkish version is soon appearing in the market.

Presidente della Società Italiana di Scienze dell’Igiene Orale (SISIO).
Vicepresidente Accademia Tecnologie Avanzate nelle Scienze di Igiene Orale (ATASIO).
Direttore Didattico e prof. a.c. CSID Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.
Prof. a.c. CSID Università degli Studi di Roma Tor Vergata.
Autrice di pubblicazioni a livello nazionale e internazionale.
Relatrice in corsi e congressi di settore.
Libero professionista in Roma.

-Treatment of vital young permanent teeth with pulp e2 -Treatment of vital primary and young permanent teeth with pulp exposure and reversible pulp inflammation:
Partial and cervical pulpotomy

The objective of the pulpotomy treatment is to remove the affected coronal pulp tissue and leave the unaffected radicular tissue to function normally till the natural exfoliation of the primary tooth.
After coronal tissue removal the pulp stumps are protected with a bio-compatible.
A brief review of the new bio-compatible materials and the results of a recent clinical study using a biocompatible material will be presented.

Partial pulpotomy, also known as Cvek pulpotomy, has been initially indicated for treatment of accidental pulp exposures. With time, and following the high clinical success, partial pulpotomy can also be recommended for treatment of asymptomatic young permanent teeth with carious pulp exposure.

Cervical pulpotomy: has been used in primary tooth pulpotomy for many years, and several pulp dressing materials have been used over the years.
This treatment can also be utilized for immature permanent teeth.
Calcium hydroxide has been used for many years and presently several biocompatible materials have been used successfully.

Dr. Varinder Goyal

Dr. Varinder Goyal, MDS, MFDS, RCPS (Glasgow)
Member, Board of Directors, International Association of Pediatric Dentistry
Chair, Education Committee, International Association of Pediatric Dentistry
Board Member, Pediatric Dentistry Association of Asia,
President, South Asian Association of Pediatric Dentistry,
Past President, Indian Society of Pedodontics & Preventive Dentistry,
Professor & Chair, Department of Paediatric & Preventive Dentistry,
Guru Nanak Dev Dental College & Research Institute, Sunam-148028, Punjab, India
Member Faculty of Dental Surgery, Royal College of Physicians and Surgeons, Glasgow

Title – Management of Traumatic Injuries to the Young Permanent teeth: An Evidence-based Approach

Advancements in dental research have greatly improved the ability of Dental professionals to ensure long-term retention of traumatized teeth. Management of dental trauma in young patients can be a challenging problem in dental practices. Knowledge of current trauma guidelines and evidence based strategies are vital in effective management of dental trauma so that favourable outcomes are achieved. The dentist should be able to diagnose, interpret, and alter any of the treatment techniques as more scientific evidence is obtained. The purpose of this presentation is to review the current guidelines and evidence based management strategies of dental trauma in Young permanent teeth.

Dr. N. Grande – Dr.ssa Parducci

Dr. Nicola Grande

Il Dr. Nicola Maria Grande consegue la Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore (UCSC), discutendo una Tesi di Laurea dal titolo “Valutazione sperimentale della tecnica di alesaggio canalare con il sistema GT-Rotary files”. Dal 1999 al 2008 è Medico Frequentatore, con incarichi di tutore per il CLSOPD, presso l’Istituto di Clinica Odontoiatrica dell’UCSC, dove svolge attività clinica e di ricerca nel Reparto di Endodonzia. Dal 2001 al 2007 è Professore a Contratto di Endodonzia nel Corso di Laurea per Igienisti Dentali presso la stessa Università. Nel 2009 consegue il titolo di Dottore di Ricerca presso l’UCSC. Dal 2009 è Medico Frequentatore presso la Sapienza Università di Roma dove svolge incarichi di ricerca e didattici integrativi per il CLSOPD, con la cattedra di Endodonzia I° e per gli A.A. 2010/2013 ricopre il ruolo di Ricercatore a tempo determinato presso la stessa Università. Attualmente è Professore di Endodonzia presso UCSC di Roma. Dal 2014 è risultato essere idoneo come professore di seconda fascia nelle graduatorie ufficiali dell’ASN. Ha partecipato alla progettazione e allo sviluppo di strumenti e sistemi per la preparazione e l’otturazione canalare e detiene numerosi brevetti nel campo dell’odontoiatria. Autore di oltre 100 pubblicazioni su riviste internazionali in campo endodontico e restaurativo e svariati libri di testo, svolge inoltre il ruolo di peer reviewer per le più diffuse riviste del settore. Nel 2021 il suo H-index è pari a 44, ed ha accumulato oltre 1500 citazioni. Socio Attivo della European Endodontic Society (ESE), dell’American Association of Endodontics (AAE), della Società Italiana di Odontoiatria Conservatrice (SIDOC) e dell’Accademia Italiana di Endodonzia (AIE); ricopre al momento la carica di Presidente eleltto dell’accademia Italiana di Endodonzia per il biennio 2022/2023; tiene corsi e conferenze di Endodonzia e Odontoiatria Restaurativa in tutto il mondo. Svolge l’attività clinica come specialista nel campo dell’Endodonzia e della Micro-chirurgia nel suo studio a Roma.

Dr.ssa Francesca Parducci

Dopo essersi laureata in Odontoiatria e Protesi Dentaria presso l’Università degli Studi di Genova, ha conseguito prima il Master di II livello in Chirurgia Orale presso l’università di Pisa e quindi il Master di II livello in Parodontologia presso l’Università degli Studi di Torino.

Lavora come libera professionista presso il proprio studio di Ovada (AL) dove ha portato avanti la passione per l’odontoiatria pediatrica.

Mantiene collaborazioni specialistiche in endodonzia, chirurgia parodontale presso altri studi, ha frequentato la Sezione di Parodontologia presso la C.I.R. Dental School presso l’Università di Torino, ove da gennaio 2011 è tutore degli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria. Da gennaio 2013 ha ruolo di tutore nel Master in Parodontologia, riconosciuto dalla Federazione Europea (EFP).

Ha rivestito il ruolo di professore a contratto per la Patologia Orale e la Propedeutica Clinica presso il corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentariaall’Ateneo di Genova e ha incarico di docenza per la Periomedicine nel Master di II livello in Parodontologia presso l’Università degli Studi di Torino.
È Socio Attivo AIE (Accademia Italiana di Endodonzia) dal 2017, Socia Ordinaria SIDP (Società Italiana di Parodontologia), Socia Ordinaria AIC(Accademia Italiana di Conservativa), socio ANDI (Associazione Nazionale Dentisti Italiani) e socio ICD (International College of Dentist).

Ha frequentato numerosi corsi di aggiornamento in Italia e all’estero
Co-autore di pubblicazioni su riviste internazionali.

In Early treatment we need to choose the right patient, the right case and the right timing using the best clinical research available. In patients that are growing there are several treatment options. One of them is the Twin Block, a very successful orthopedic appliance. The Twin Block produces a combination of skeletal  and dentoalveolar effects. The treatment timing is a key issue. ALthough most of the research suggests that the best time for the use of the Twin Block is during the late mixed dentition or early permanent dentition, some patients may benefit from earlier treatment during the early mixed dentition, specially more severe cases, due to the effect on the prevention of dental trauma. The late primary dentition can be another successful period, although there is not enough evidence during that period. Poor prognosis for early class II treatment are in vertical growers and short mandible. Twin Block also helps in improving airway. Overall Twin Block is a very successful appliance to treat class II malocclusions.

Dr.ssa Francesca Seri

Francesca Seri, Dottoressa in igiene dentale dal 2014, svolge la sua attività clinica come libera professionista presso vari studi odontoiatrici di Roma tra cui il Polo Odontoiatrico del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico e lo studio di odontoiatria pediatrica Smilekids.
Parallelamente alla realtà professionale, svolge un continuo percorso di aggiornamento partecipando a numerosi corsi e congressi nazionali e internazionali. Da Novembre 2018 è presidente regionale del Lazio dell’Associazione Igienisti Dentali Italiani (AIDI)

Il ruolo dell’igienista dentale nella prevenzione delle patologie oro-dentali in età pediatrica è sempre di maggiore importanza. Durante la relazione verranno argomentate le indicazioni operative descritte nelle linee guida ministeriali in tema di prevenzione primaria, focalizzandosi sui fattori di rischio predisponenti all’insorgere della carie. A termine della relazione si parlerà dell’importanza della motivazione nei bambini e di nuovi modelli di comunicazione, coadiuvati anche dalla tecnologia, per migliorare l’igiene orale nei pazienti in età infantile.

Dr. Stefano Mummolo

Dott. Stefano Mummolo, Docente a contratto presso l’Università degli studi Dell’Aquila dal 2000 ad oggi, relatore a congressi Nazionali ed Internazionali, autore di numerosi lavori scientifici pubblicati sulle più prestigiose riviste del settore.

Dr. Alessandro Gianolio

Laureato in Odontoiatria nel 1999 presso l’Università degli Studi di Messina, Specialista in Ortognatodonzia presso l’Università degli Studi di Cagliari nel 2007, esercita la libera professione dedicandosi esclusivamente all’Ortognatodonzia presso il proprio studio che condivide con la Dott.ssa Claudia Cherchi in Bra (CN) e come collaboratore esterno in studi odontoiatrici in Piemonte e Lombardia.

– Diploma di Perfezionamento in Ortodonzia Intercettiva, Università di Parma, nel 2000.
– Diploma di Perfezionamento in Ortodonzia e Parodontologia, Università di Firenze, nel 2001
– Diplomato alla Tweed Foundation for Orthodontic Research – The Tweed Course – Tucson – AZ (USA) – Aprile 2005
– Specialista in Ortognatodonzia presso l’Università degli Studi di Cagliari – 2007
– Premio Presentazione su CD-ROM – XVII Convegno Naz. SIDO – Firenze 2002
– Premio Poster – XIX Convegno Naz. SIDO – Rimini 2005
– Premio Poster – XXIV Congresso Nazionale Si.Te.Bi. – Roma 2006
– Premio Comunicazione – XX Congresso Internazionale SIDO – Napoli 2007
Socio Ordinario SIDO, Società Italiana di Ortognatodonzia
Socio ANDI, Associazione Nazionale Dentisti Italiani
Socio ASIO, Associazione Specialisti in Ortognatodonzia
Socio SIOI, Società Italiana Odontoiatria Infantile
Socio DDS, Digital Dentistry Society
Autore di pubblicazioni in campo ortodontico sia a livello Nazionale che Internazionale.
Relatore in Congressi e Corsi Nazionali e Internazionali
Relatore in webinar e Corsi online Nazionali e Internazionali
Dal 2009 Istruttore Master II livello di Ortodonzia Intercettiva e Pedodonzia – Università di Pisa

Ormai da un ventennio, l’evoluzione dei materiali ha portato all’ideazione di numerosi dispositivi preformati, generando un nuovo filone produttivo: l’elastodonzia.

Come già ci insegnò C.Gugino, uno dei principi base dell’Ortodonzia funzionale attribuisce il massimo del successo del trattamento ortodontico alla realizzazione dell’equilibrio tra forma e funzione.

L’estrema conoscenza dei dispositivi preformati e la puntuale valutazione degli aspetti positivi e l’esclusione di quelli negativi di ognuno di essi, mi ha portato negli ultimi anni, sfruttando le nuove tecnologie digitali, a optare per la realizzazione di un nuovo apparecchio funzionale elastomerico completamente customizzato: l’UNIKO.

Se associato inoltre all’uso di un dispositivo per l’espansione del mascellare come il Leaf Expander, otteniamo il giusto approccio alla correzione delle maggiori problematiche ortodontiche pediatriche.

Dr. Fabio Federici Canova

Laurea con lode e menzione d’onore in Odontoiatria presso l’Università di Parma.
Perfezionato in Ortodonzia intercettiva presso l’Università di Firenze.
Specialità con lode in Ortodonzia presso l’Università degli Studi di Milano.
Professore a contratto presso la Scuola di Specializzazione in Ortodonzia dell’Università di Brescia.
Diplomato IBO (Italian Board of Orthodontics) ed EBO (European Board of Orthodontics)
Socio attivo SIDO (Società Italiana di Ortodonzia)
Socio attivo AidOr (Accademia Italiana di Ortodonzia)
Socio EOS (European Orthodontic Society)
Membro WFO (World Federation of Orthodontists)
Socio SIOI (Società Italiana di Odontoiatria Infantile)
Relatore a corsi, master, congressi e autore di lavori scientifici in tema di Ortodonzia e Pedodonzia.
Libero professionista, si occupa in maniera esclusiva di Odontoiatria Pediatrica e Ortodonzia con particolare riguardo alle nuove tecnologie digitali

L’Ortodonzia pediatrica moderna dell’era digitale e della condivisione estrema deve affrontare esigenze sempre più “custom”, nella sua integrazione tra clinica e tecnologia, dove l’attore principale sulla scena è e rimane sempre il dente da latte. Ed ecco che le tecnologie digitali, strumento ormai imprescindibile nella pratica clinica quotidiana, diventano “fluide”, perché si adattano al singolo piccolo paziente, si intrecciano tra loro, dialogano e si intersecano.
In questo contesto vi è oggi la possibilità di progettare e realizzare (CAD-CAT) un flusso di lavoro digitale completo per diagnosi e terapia, in collaborazione con i tecnici ortodontisti “digitali”, con i quali dobbiamo necessariamente avere un linguaggio comune. Alla base di questo dialogo sta la conoscenza dei “click & skills” digitali, ovvero di strumenti semplici o avanzati, a seconda del grado di interazione che può desiderare il Clinico. Se la tecnologia scorre veloce, l’odontoiatra pediatrico moderno non può non essere al passo con questi nuovi linguaggi in una completa integrazione tra Ortodonzia Pediatrica e Pedodonzia.

Dr.ssa Yasmi Crystal

Dr. Yasmi Crystal is the founder and senior specialist at Comprehensive Pediatric Dentistry in New Jersey where she has been in private practice for over 30 years. Concurrently she is Clinical Professor of Pediatric Dentistry at New York University (NYU) College of Dentistry and she is on the medical staff of the Robert Wood Johnson, Rutgers University Hospital.
Dr. Crystal has a DDS degree from Universidad Tecnologica de Mexico (UNITEC), a DMD from the University of Medicine and Dentistry of New Jersey (UMDNJ), Pediatric Dental specialty training from Eastman Dental Center, University of Rochester and a MSc in Clinical and Translational Research from CTSI, NYU School of Medicine.
Dr. Crystal is a Diplomate and an Examiner for the written and oral sections of the American Board of Pediatric Dentistry. She is very active in numerous professional organizations including the American Academy of Pediatric Dentistry (AAPD), the International Association for Dental Research and the International Association of Pediatric Dentstry. She is a manuscript reviewer for several major journals including Pediatric Dentistry, JDR, JADA, IJPD, BDJ, JOCPD and several others. Dr. Crystal has participated in the writing of national guidelines to improve the practice of Pediatric Dentistry. She has presented lectures and continuing education courses to varied health care audiences in the US and across the world. She has published numerous research articles in peer reviewed scientific journals on topics of Caries Management, Risk Assessment and Minimal Intervention Approaches including Silver Diamine Fluoride therapy, and the Role of Conscious Sedation for delivery of care in Pediatric Dentistry.
As a researcher, educator and with over 30 years’ experience as a private primary care provider, her presentations blend evidence-based recommendations with down to earth approaches that work for the provision of care in public and private settings in the US and abroad.

Silver Diamine fluoride as a minimal intervention approach for caries management in children: The specialist’s perspective.

Traditional operative treatment using different restorative materials is generally used to treat the dental destruction caused by dental caries. Although it beautifully restores form and function with success, it is invasive, technique sensitive, costly, and requires significant cooperation from the patient. Many patients are unable to receive this treatment because they are too young, anxious, have medical conditions that limit their cooperation, or lack the resources to access care. The advent of new materials, concepts and products, have allowed the introduction of Minimal Intervention Approaches to manage caries lesions that allow us to give patients an alternative option. This presentation will discuss the use of Silver Diamine Fluoride as an approach in the management of caries in Pediatric Dentistry, from the specialist perspective.

Learning Objectives:
With this presentation, attendees will be able to:
1. Learn the concept of chronic disease management utilizing minimal intervention approaches and personalized optimal interventions based on risk.
2. Understand the scientific basis for current recommendations for SDF as well as its indications, pros and cons.
3. Acquire the knowledge and techniques and pitfalls required to implement this approach into a specialty pediatric dentistry clinical practice.

Dr. Marcelo Bönecker

Professor in Pediatric Dentistry – University of São Paulo, Brazil
Immediate Past President of International Association of Paediatric Dentistry – IAPD
Chair of Brazilian Chapter Alliance for Cavity Free Future – ACFF
Chair of the Dental Caries Consensus in Latin America and Caribbean Countries
Member of the Cariology Group of Latin America Oral Health Association -LAOHA

During this lecture the main risk factors related to caries lesion in children will be discussed based on recent scientific evidence. In regard to the information retrieved on risk factors it would be possible to classify the child according to the caries risk and to book the appropriate recall interval. Evidence based effectiveness of dental caries preventive clinical methods also will be presented.

Dr. Katerina Kavvadia

Katerina Kavvadia DDS, MDentSc, PhD, Diplomate ABPD
Professorof Pediatric Dentistry
European University of Cyprus, Department of Dentistry
Dr Kavvadia received her Certificate in Pediatric Dentistry and Masters from the University of Connecticut, her PhD from the University of National and Kapodistrian University of Athens Greece, and is a Diplomateof the American Board of PediatricDentistry. She is currently Dental school program Coordinator faculty at EUC, Cyprus. She has more than 25 years experience in Academics in all aspects of dental education,didactic, clinical/patient care and research mentoring (both MS and PhD students) and has graduated more than 80 residents worldwide. Previous positions held were Program director at the Division of Pediatric Dentistry, University of Louisville, KY, Chair and Program directorat the Department of Pediatric Dentistry, University of Athens Greece, program director at the European University College,Dubai-UAE,and Chair of the Education Committeeof the European Academy of PediatricDentistry.She has served as Editor of the Hellenic Pediatric Dental Journal and has received awards for her work in International Conferences. She has been involved in several research programs and grants, her research interests include caries epidemiology, caries diagnosis, oral health education, dental treatment for the medically compromisedand strategies for medical education. Her scholarly activity includes over 70 publications and chapters in textbooks, h index 19 and i10 index 29. She is serving as reviewer of several International journals, has lectured in over 180 presentations in congressesas well as an invited speakerand has taught many continuous education courses.

Early diagnosis and contemporary advances regarding cancer treatment modalities have increased the survival rate of childhood cancer survivors. Childhood cancer survivors often present with tooth development disturbances either in the root or crown, attributed to chemotherapy and /or radiotherapy during active tooth development. As tooth development begins in uterus and is completed by the age of 16 years, patients receiving anticancer therapy before that age may develop disturbances in the number, the size, the mineralization of the crown of the teeth and the development of their root. Furthermore teeth unlike other bony structures, do not remodel, thus the defect remain.
The most common dental effects that have been reported in the literature are disturbances in the size, shape and mineralization of the crown of the teeth (hypodontia, hypoplasia, microdontia), tooth agenesis, impaired or arrested root growth, bony defects (facial asymmetry, TMJ problems) and xerostomia. The development of the defects is directly associated with the age of the patient and the stage of odontogenesis and their extend depends on factors associated with both the disease and its treatment. Associated risk factors are age at diagnosis, type and duration of treatment, absorbed dose of therapeutic agents and the developmental stage of the tooth. The Holta index is been used to quantify the defects.
The aim of this presentation is to discuss the diagnosis and monitoring of such tooth development defects in childhood cancer survivorsthrough reviewing relevant casesusing appropriate indeces.

Joung j Kim

Accurate and early detection of carious lesionsis of paramount importance in treatment decision making and in implementing preventive strategies. However, early detection of proximal cariesis difficultas contact points impede direct visualization of initiallesions. Especially in primaryteeth, thinnerenamel and dentine thickness, lessmineralization and wider contact points allattribute to rapid progression of proximal caries that are left undetected until marginal ridges breakdown and become clinically cavitated. Conventional diagnostic methods for proximal carious lesions in primary molars include visual-tactileinspection and bitewin gradiography. Although these methods provide good overall performance with high specificity, visual inspection has relatively low sensitivity (0.274 – 0.543). Bitewing radiography is oftenused in conjunction with visual-tactileinspection, but American Dental Association (ADA) guideline restrictsits use for screening purposes as it inevitably exposes patients to ionizingradiation.

Quantitative light-inducedfluorescence (QLF) technologyis a non-invasive, optical method for detection and quantitative assessment of cariouslesions. Itutilizes 405 nm visible blue light irradiated on toothsurface and measuresfluorescenceloss and red autofluorescenceemittedas a result of mineralloss and bacterialmetabolites on cariouslesions. Sinceitwas first introduced in 1980s, ithasundergoneseries of developments with improved filters and capturingmethods for better clinical applications. The pen-type QLF device hasbeenusedas an adjunctmethod for cariesdetectionbutthere are stilllots of pediatricdentists do not know its clinical application. Today’s talk isaboutWhat the QLF technologyis and How to use QLF device in yourdaily clinical settings.